David Palterer, Un equilibrio pericoloso, 2002,
vetro soffiato di Murano, fusione in bronzo, ferro, h. cm 155

 

 

 

 

 

 


Viaggi nella contemporaneità

DAVID PALTERER


Sabato 17 maggio ore 16.30
Incontro con David Palterer
Intervento di Claudio Paolini
Ingresso gratuito

Vetro profumato. Forme modellate in vetro nell’opera di David Palterer
Mostra espositiva dal 18 maggio al 2 giugno
Ingresso a pagamento
(compreso nel biglietto Collezione Civica Il Renatico)


Sabato 31 maggio ore 16,30
Le chimere e altre storie raccontate da David Palterer
Interventi di Ornella Casazza e Silvia Ciappi
Ingresso gratuito

Con il patrocinio della Regione Toscana


"Le opere progettate da David Palterer, in vetro e in cristallo, esaltano la plasticità e la fragilità che caratterizzano quel materiale, già per natura avvincente e denso di innate suggestioni. Proprio per l’insita espressività del vetro l’artista opera nel pieno rispetto dell’abilità manuale e tecnica dei maestri che realizzano le sue creazioni. Insieme, in reciproco accordo, sfidano la capacità di trasformare e rinnovare il vetro che nel momento in cui diventa oggetto compatto e definito è capace di fermare il tempo e di porre in evidenza la magica sintonia che s’instaura tra l’ideazione e la realizzazione. Il progetto, afferma David Palterer, non è imporre arbitrariamente contenuti e modi d’esecuzione ma piuttosto mettere in relazione tra loro questi due momenti"
Silvia Ciappi


DAVID PALTERER ARCHITETTO


Nasce ad Haifa nel 1949, vive e lavora a Firenze.
È professore incaricato per il corso di Progettazione Architettonica al Politecnico di Milano, sede di Mantova, ed ha insegnato Design Industriale per il prodotto d’arredo alla Facoltà di architettura di Firenze.
Accademico Corrispondente all'Accademia elle Arti del Disegno di Firenze.
Si occupa di progetti che spaziano dalla scala territoriale a quella urbana sino al progetto di interni. Tra i più recenti: il restauro di due importanti teatri in Toscana, i nuovi fronti e gli spazi comuni per una serie di centri commerciali in Italia e all’estero (tutt’ora in corso), Palazzo Giuli Rosselmini a Pisa da adibire a museo, il Museo del Giocattolo e del Bambino a Cormano (MI) e a Firenze il nuovo Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore e il recupero dell’immobile ex cinema Apollo.
Curatore di mostre e manifestazioni con originali e suggestivi allestimenti in edifici storici e musei.
La sua ricerca sul design, oltre ad una sperimentazione metodologica e formale che sfocia in una serie di "pezzi unici" come “Riflessioni (per Edizioni Galleria Colombari), vede il rapporto con importanti aziende, sia nella produzione industriale che in quella d'avanguardia, nel campo del vetro, ceramica, illuminazione e accessori per l'arredamento. Disegna per Artemide, Acerbis, Cleto Munari, Draenert Studio, Driade, Daum, Pampaloni, Ritzenhoff, Up Group (per la quale è anche art director), Vilca, Zanotta.
Alcuni di questi oggetti fanno parte delle collezioni permanenti di importanti gallerie e musei (come il Kunstegerwerbe Museum di Vienna, l’Umeleckoprümyslové Museum di Praga, l’lsrael Museum di Gerusalemme, l’Het Kruithuis di Den-Bosch, il Musée des Beaux Arts di Montréal, la Civica Galleria d'Arte Moderna a Gallarate, il Fonds National d'Art Contemporain - Ministère de la Culture di Parigi, il Chicago Athenaeum, il Künstmuseum di Düsseldorf, Regione Autonoma Valle d'Aosta.)
Notevole l’attività espositiva con mostre personali o collettive nei più importanti luoghi deputati nazionali ed internazionali (Clara Scremini Gallery, Paris; Studio Trisorio, Napoli; Musée des Arts Décoratifs, Montréal, Canada; Museum Kunstlerkolonie, Darmstadt, Germania; Museum voor Sierkunst, Gent, e Provinciaal Museum voor Moderne Kunst, Oostende, Belgio; Current Gallery, Seattle; Kulturring Sundern e V., Stadtgalerie, Sundern, Germania; Centrum Sztuki Wspoczesnej Zamek Ujazdowski, Warsawa; Due spazi per una mostra: David Palterer in pericoloso equilibrio, Galleria Corso Tintori Arte e Museo Horne, Firenze).
I suoi lavori sono presenti nella stampa specializzata internazionale e sulla sua opera sono stati pubblicati volumi per le Edizioni L'Archivolto di Milano (1997) e la collana "Architetti" della Vallecchi di Firenze (2002).


Info: telefono: 0572 952140 - 959224
m.giori@comune.monsummano-terme.pt.it