Bookcrossing al museo

Dal 22 aprile 2012 il Museo di arte contemporanea e del Novecento è Zona Ufficiale di Scambio (Official Crossing Zone) per tutti gli amanti e appassionati del Bookcrossing.

"Il BookCrossing è la biblioteca del mondo".
La definizione eprime il concetto di questo incredibile modo di far acquistare ai libri una nuova vita.
Nell’era dei social network ecco uno spazio virtuale dove i lettori possono seguire i propri libri lasciati alla “deriva”, come moderni messaggi in bottiglia.

Lo scopo è quello di far condividere da un maggior numero di persone la passione per la lettura.
Questo avviene materialmente lasciando in un luogo pubblico un libro in modo che altri BookCrosser se ne approprino.
Un incredibile atto di generosità e altruismo in nome della lettura e della cultura.

Il Museo di arte contemporanea e del Novecento si pone come “OCZ”, letteralmente “Zona Ufficiale di Scambio”, dove i curiosi di passaggio e i bookcrosser accaniti possono depositare e prelevare i libri liberati.

Negli orari di apertura del museo il personale della biglietteria sarà a disposizione per "liberare" i vostri libri e darvi tutte le informazioni del caso.